Rassegna Insulae | Prima edizione Gravina di Catania | 26/27 luglio 2009
home rassegna artisti programma contatti
OMAGGIO A ROSA BALISTRERI ORIANA CIVILE E MAURIZIO CURCIO
OMAGGIO A ROSA BALISTRERI ORIANA CIVILE E MAURIZIO CURCIO
Io ho incontrato Rosa Balistreri a Firenze, circa 22 anni fa, in casa di un pittore mio amico. Quella sera Rosa cantò il lamento della morte di Turiddu Carnivali che è un mio poemetto. Io quella sera non la dimenticherò mai. La voce di Rosa, il suo canto strozzato, drammatico, angosciato, pareva che venissero dalla terra arsa della Sicilia. Ho avuto l'impressione di averla conosciuta sempre, di averla vista nascere e sentita per tutta la vita: bambina, scalza, povera, donna, madre, perchè Rosa Balistreri è un personaggio favoloso, direi un dramma, un romanzo, un film senza volto.
Rosa Balistreri è un personaggio che cammina sopra un filo che ha un cuore per tutti, che ama tutti; un cuore giovane per la Sicilia di Vittorini e di Quasimodo, un cuore giovane per la Sicilia di Guttuso e di Leonardo Sciascia.
(Ignazio Buttitta)
Non è solo un concerto. Gli arrangiamenti vengono realizzati in modo minimale, senza alcuna volontà di contaminazione di genere, per dare alle melodie il giusto risalto artistico-culturale. Sul palco, gli strumenti utilizzati, oltre al pianoforte, sono un Chapman Stick a 10 corde, una chitarra acustica, un set di percussioni e un laptop. Un percorso sonoro attraverso melodie raccolte sul campo dai molteplici ricercatoriche, nei secoli passati e ancora oggi, operano nel settore dell'etnomusicologia e la riproposta di brani di autori contemporanei, che nella realizzazione della loro opera hanno fatto proprio il retaggio delle tradizioni popolari, vogliono testimoniare una cultura ancora in piena evoluzione. L'armoniosa voce e la dolcezza del suono del dialetto di Oriana Civile sono gli elementi attorno ai quali ruota l'intero progetto.
I BEDDI CARLO MURATORI
I BEDDI CARLO MURATORI
I Beddi nascono nel luglio del 2005 da un'idea di due giovani artisti di Acireale (Catania). Nascono per caso e per gioco da una costola di un gruppo più numeroso in auge in quel periodo i 'Na maravigghia. Da quel momento in poi il gruppo si è trasformato, evoluto, plasmato, affinato ed è cresciuto, sia nel numero dei componenti, sia nella qualità delle proposte musicali eseguite nei concerti dal vivo, sia nella serietà della ricerca musicologica proposta, oggi, manifestazione evidente dei lavori discografici incisi. Dopo un periodo di rodaggio oscuro e prezioso in concerti in giro per la Sicilia, i Beddi, in questo momento coordinati da Davide Urso in arte: Tamburo di Aci, sono pronti per affrontare palcoscenici più importanti. L'orientamento della compagnia è quello di riproporre e innovare la musica siciliana cercando di renderla attuale, muovendosi tra un sonorità antiche e melodie moderne, per gioco e per amore della loro terra d'origine: la Sicilia. "…e per gioco e per amore continuiamo a fare quello che facciamo ed ad essere quello che siamo: Musicanti di Sicilia in terre lontane." E' un viaggio poetico e musicale che attraversa parte della produzione di Rosa Balistreri, indimenticata artista siciliana nata, per l'appunto, a Licata (AG). Carlo Muratori l'ha conosciuta personalmente ed ha avuto il privilegio di accompagnarla alla chitarra per alcuni concerti. Il cantautore siracusano è da anni impegnato nella rilettura dei materiali folklorici siciliani. Nel suo recente SICILY ha inciso ventuno brani del repertorio classico/tradizionale, re-interpretando proprio alcune fra le più note canzoni di Rosa. La produzione di Muratori si muove alternativamente sul versante della ricerca e sulla composizione di nuova musica d'autore in lingua, dialetto ed altri idiomi. Ha inciso decine di album. Il più recente è La Padrona del Giardino con il quale ha vinto numerosi premi nazionali (secondo al TENCO 2009 e primo premio al Loano festival di Savona). Scrive per il cinema e il teatro. Numerose le sue tourneè in Italia e all'estero.
KILEMA LAURA MOLLICA E GIUSEPPE GRECO
KILEMA THE SOUL OF MADAGASCAR LAURA MOLLICA E GIUSEPPE GRECO
Kilema è un virtuoso di marovany, kabosy e katsà (strumenti originali malgasci) e porta con se la magia e il ritmo dell'anima del Madagascar ovunque si esibisca.
Nato a Toliara (sud Madagascar) ha cominciato a suonare con gruppi locali, costruendosi personalmente i suoi strumenti: chitarre artigianali con corde fatte dai freni delle biciclette all'età di 12 anni.
Ha collaborato con il grandissimo musicista malgascio Justin Vali.
Kilema crea il suo gruppo nel 1997. Il suo primo album da solista è Ka Malisa uscito nel 1999. Poi nel 2004 Lavi-Tany e Mena a marzo 2008.
Ora esegue tours in tutto il mondo con suo fratello Nesta e due altri musicisti Jose Salgado e Eloge Oulai.
E' un viaggio poetico e musicale che attraversa parte della produzione di Rosa Balistreri, indimenticata artista siciliana nata, per l'appunto, a Licata (AG). Carlo Muratori l'ha conosciuta personalmente ed ha avuto il privilegio di accompagnarla alla chitarra per alcuni concerti. Il cantautore siracusano è da anni impegnato nella rilettura dei materiali folklorici siciliani. Nel suo recente SICILY ha inciso ventuno brani del repertorio classico/tradizionale, re-interpretando proprio alcune fra le più note canzoni di Rosa. La produzione di Muratori si muove alternativamente sul versante della ricerca e sulla composizione di nuova musica d'autore in lingua, dialetto ed altri idiomi. Ha inciso decine di album. Il più recente è La Padrona del Giardino con il quale ha vinto numerosi premi nazionali (secondo al TENCO 2009 e primo premio al Loano festival di Savona). Scrive per il cinema e il teatro. Numerose le sue tourneè in Italia e all'estero.
SEPTETO SANTIAGUERO  
SEPTETO SANTIAGUERO  
È una formazione unica ed originale di Santiago di Cuba, formata da giovani musicisti. La sua storia ha origine nell'anno 1962 quando Sabaz Nápoles e Gastón Fabré fondarono Melodías de Ayer, una eterodossa formazione che, unitamente alla Estudiantina Invasora ed al Cuarteto Patria, anima da decenni le giornate e le notti della Casa de la Trova ed il Café Cantante di Calle Heredia. Oggi è la migliore formazione che si possa ascoltare nella Casa de la Trova di Santiago di Cuba. Se non la si incontra lì occorre cercarla molto vicino, nella Casa Granda del parco Céspedes, l'altro locale dove abitualmente si esibisce. Quando le circostanze lo permettono, i sette musicisti vanno a Cienfuegos per partecipare al Festival del Son o fanno un salto a La Habana, dove sempre sono ben accolti. Lì si celebra in maggio un festival al quale partecipano numerosi settetti di tutta la isola. Non è un festival competitivo, tuttavia ufficiosamente il Santiaguero è considerato il migliore septeto attivo a Cuba. La solida reputazione del Septeto Santiaguero nell'isola è stata costruita nel tempo e non fa che crescere.  
Copyright © 2009/10. Associazione musicale Folkstudio Siracusa. All rights reserved. | edizione 2009 design giannilatino